notturna generale copia

Aprire lo zoo di notte

Sono poche occasioni durante l’anno e aperte ad un piccolo gruppo di persone (max 30) e forse è questo che rende l’esperienza unica anche per noi che abbiamo il compito di accogliere e guidare  lungo i vialetti del parco  i grandi e i bambini che, muniti di piccole torce, aspettative e forse un po’ di soggezione, attendono le nostre parole e gli incontri con i loro beniamini, gli animali della notte. Prima dell’apertura controlliamo che tutto sia a posto: la paglia e le essenze per preparare i sacchetti profumati da portare agli animali, (arricchimenti ambientali con gli odori), i cancelli aperti, le torce che devono essere sufficienti ma non troppe, poi aspettiamo gli ultimi ritardatari e alla fine iniziamo a camminare, guidando la piccola comitiva in due, uno in cima e uno in fondo, due per avere tutto sotto controllo, due perché tra noi e il pubblico si crei quell’atmosfera di gioco e divertimento che la voce monocorda di uno mai riuscirebbe a far crescere.

Mentre gli occhi volutamente si adattano al buio e individuano i contorni e le forme, mentre ci avviciniamo alla prima delle grandi sorprese, sale l’emozione che sarà con noi per le due ore di visita; restiamo vigili per rispondere alle tante domande e soddisfare le curiosità ma è impossibile anche per noi non essere coinvolti dallo stupore dell’incontro e dalla magnificenza della natura, così intima e riservata di notte.

Ogni tanto sguardi inaspettati ci osservano dalle grandi querce e lo squittio permette di far conoscere ai visitatori le creature dalla lunga coda grigia che, famosi per essere dormiglioni, salutano per la buonanotte!

Poi l’incanto si scioglie, tutti vanno via, chiudiamo l’ultimo cancelletto e resta la bella sensazione di aver donato un po’ di magia a chi ha avuto la voglia di arrivare di sera fino allo zoo.

IMG_8308

Posted in Blog and tagged , , .