IMG_2633

La storia d’amore di Raja’ e Kamala

La tigre, si sa, è un animale solitario come tutti i felini fatta eccezione per i leoni e i gatti domestici. Negli zoo la condizione di solitudine viene mantenuta per le specie per cui non ci sono progetti di riproduzione ma questo non vale per le tigri.

Classificate come minacciate d’estinzione dall’IUCN rappresentano una delle sfide per il futuro della biodiversità. L’allevamento nei giardini zoologici e la protezione degli ambienti in cui vivono le 6 differenti sottospecie sono gli unici strumenti per traghettare questo magnifico felino verso la stazione futuro. E’ per questo che esiste da molti anni un progetto di riproduzione (EEP) coordinato dall’associazione Europea degli Zoo e degli Acquari ma Kamala e Rajà, le tigri del GZP,  sono esclusi dal progetto e non possono riprodursi; come mai?

La loro è una storia di recupero da un circo e di affidamento al Giardino Zoologico. Rajà è arrivato per primo, nel 2009, e ad accoglierlo c’era Laika, una femmina molto anziana, regina del suo territorio e che non ha mai accettato l’intrusione di Rajà. I due vivevano in aree diverse dell’exhibit, per fortuna molto grande e in grado di riservare a ciascuno la propria privacy. Alla morte di Laika (così anziana da stabilire un record di longevità per le tigri) è arrivata Kamala; i due vivevano insieme anche nel circo e avevano avuto già dei figli. Appena arrivata si sono riconosciuti immediatamente ed è stata festa grande: al parco hanno perso man mano l’abitudine all’addestramento del circo e hanno conquistato capacità mai esplorate, come nuotare, arrampicarsi, rotolarsi nell’erba.

La mattina spesso dormono insieme nella loro grotta ma il pomeriggio non rinunciano quasi mai al bagno; non è raro vederli immersi a godersi il sole. Purtroppo la loro genetica non permette l’inserimento nei progetti di riproduzione perché non conosciamo la loro storia, il loro albero genealogico, informazioni importantissime per far funzionare il programma di allevamento dei giardini zoologici.

Nonostante non possano avere piccoli, con la loro presenza al parco raccontano benissimo la storia delle tigri e dell’urgenza d’intervento per la loro sopravvivenza. Si calcola che se il trend non cambierà le tigri si estingueranno nel 2050. Cosa puoi fare? Stai sempre attento alla certificazione  quando acquisti prodotti in legno o carta e finanzia i progetti in natura per questi bellissimi felini, ad esempio venendo a trovarli al giardino zoologico.

IMG_4713 slider

Posted in Blog.