Emys-

LIFEEMYS, un progetto di reintroduzione di una specie a rischio d’estinzione

Ci siamo, il 30 giugno si avvicina e con esso la conclusione del progetto LIFEEMYS: è tempo di resoconti e riflessioni.

I numeri che possiamo vantare parlano chiaro, il progetto è stato un successo:

  • 600  Testuggini palustri americane recuperate dagli stagni in Provincia di Savona
  • 150 Testuggini palustri europee liberate negli stagni riqualificati e resi ospitali per le piccole testuggini.
  • 11.400 bambini raggiunti con attività didattiche mirate ad aumentare la consapevolezza nella scelta di un animale da compagnia, al danno prodotto dal suo abbandono in natura, doppio se specie aliena invasiva.
  • MIGLIAIA i visitatori del parco coinvolti nelle attività didattiche che narrano la storia delle 2 testuggini affinché ciascuno diventi protagonista del progetto.

Lo sforzo impiegato per raggiungere gli obiettivi è stato importante, ma sarebbe vano se ognuna delle persone raggiunte dalle attività didattiche non si facesse promotrice del messaggio.

La scelta dell’animale da compagnia deve essere fatta con consapevolezza: di quanto spazio necessita? Quanto tempo devo dedicargli? Quanto diventerà grande? Quanto vivrà?

L’abbandono di un animale è azione illecita ed eticamente inaccettabile, ma se coinvolge anche una specie che proviene da un altro Paese, il danno è doppio: se non si adatta ai nostri ambienti, va incontro a morte sicura, ma se si adatta può diventare una SPECIE ALIENA INVASIVA. E’ ciò che è accaduto alla Testuggine palustre americana (la tartarughina dalla guance rosse, per intendersi) che, abbandonata perché grande e impegnativa ben oltre le aspettative, è oggi la principale minaccia per la Testuggine palustre europea, specie a rischio d’estinzione.Le due testuggini infatti competono per il cibo e per i tronchi dove scaldarsi, e l’americana vince sempre. Per interrompere il rilascio delle testuggini americane, c’è chi pensa a vietarne la vendita, ma la vera sfida è modificare i comportamenti delle persone. Nessuna legge che vieta può essere efficace contro l’interesse di chi vende e l’inconsapevolezza di chi acquista: vietata una specie sarà immessa nel mercato un’altra con caratteristiche simili. L’unica possibilità è far crescere l’attenzione verso il mondo naturale, primo fra tutti quello che abbiamo intorno a casa.

Raccontate questa storia, la natura ringrazia!

lifeemys

Posted in Blog.