Progetto Vietnam - Foto di Cesare Avesani Zaborra - Archivio foto Parco Natura Viva (6) copia

Son Tra, Vietnam, l’ultimo regno del “duca”.

La foresta pluviale di Son Tra, in Vietnam, è uno dei luoghi più ricchi di biodiversità e attraversarla per conoscerne profumi e suoni può essere un modo per salvarla dall’estinzione. Son Tra  è arrivata intatta fino a noi grazie al fatto che è stata una base militare strategica per la presenza di un importante sistema radar, oggi soppiantato dalle moderne tecnologie. Persa la sua inviolabilità, segnata dal rettilineo confine della recinzione militare, Son Tra è insidiata dall’industria turistica di massa che vorrebbe costruirvi alberghi e resort. 

La sua peculiarità è negli alberi e animali unici al mondo e tra questi una scimmia, sconosciuta ai più, incredibilmente bella per colori e forme. Sembra un folletto dei boschi con i grandi occhi, la “barba” bianca e il collo rosso, lo stesso rosso delle gambe, che appaiono avvolte in “leggings” bicolore. I Langur duca dal collo rosso ( Pygathrix nemaeus ) vivono in questa foresta in piccoli gruppi familiari e passano le giornate mangiando foglie tranquillamente arrampicati sugli alberi tra cui si muovono con abilità grazie alla coda che fa da bilanciere. Le principali cause di diminuzione di questa specie, oggi classificata come ad alto rischio di estinzione dall’IUCN (International Union for Conservation of Nature),  è la caccia sia per la carne che per il commercio come animale da compagnia.

Nel 2006 quattro ricercatori hanno fondato la GreenViet, un’associazione non governativa che ha come mission la tutela della biodiversità vietnamita con particolare attenzione per i Langur duca dal collo rosso; da allora il gruppo è cresciuto e accoglie sempre più partner e sostenitori. Il loro impegno si snoda con attività di monitoraggio della fauna vietnamita, ricerca etologica, educazione e coinvolgimento delle popolazioni locali nelle azioni di salvaguardia della foresta e la piantumazione di alberi per collegare aree di foresta frammentate dall’uomo. Lo scorso giugno è stato siglato un accordo tra la GreenViet, l’ A.R.C.A ( Animal Research Conservation in Action ), il Parco Natura Viva  ( Bussolengo ), Zoom Torino e il Giardino Zoologico di Pistoia per sostenere la conservazione dei Langur duca dal collo rosso. Il progetto pone le sue basi sull’idea che noi tutti tendiamo a proteggere ciò che conosciamo e di cui ci innamoriamo; per questo abbiamo deciso di finanziare le attività educative in foresta permettendo l’apertura quotidiana del Centro visite della Riserva di Son Tra e l’organizzazione di visite guidate per le popolazioni locali a per incontrare i Langur e riportare a casa l’emozione della bellezza. 

Le foto che vedete sono per gentile concessione del Dr Cesare Avesani Zaborra, Direttore del Parco Natura Viva, che è stato in Vietnam e ha partecipato alla “Love Son Tra Journey” innamorandosi di questo progetto e contagiando anche noi. Spesso gli zoo si consorziano per portare avanti azioni di conservazione in Natura che altrimenti avrebbero poca forza. E’ proprio il lavoro in rete che permette di raggiungere obiettivi ambiziosi ma non dobbiamo dimenticare che tra i principali partner di questi progetti ci sono i visitatori, soprattutto nel caso degli zoo italiani che non ricevono finanziamenti pubblici.

Per ciò grazie a tutti i visitatori del Giardino Zoologico di Pistoia e degli altri Parchi coinvolti e grazie di cuore anche a tutti coloro che, dopo aver letto questa storia, decideranno di visitare il GZP poiché questo oggi è un modo sempre più concreto per proteggere anche mondi e animali lontani.

Posted in Blog.