7. Jasiri_2018_dominika_stempa_safari_park_dvur_kralove (1)

UNA SPERANZA PER I RINOCERONTI NERI GRAZIE ALL’ALLEVAMENTO NEGLI ZOO

Cinque Rinoceronti neri, una delle specie animali più altamente a rischio di estinzione, verranno trasferiti oggi con un viaggio aereo di 6.000 Km al Parco Nazionale di Akagera in Ruanda. Si tratta del più importante trasferimento di Rinoceronti mai avvenuto dall’Europa all’Africa. Questo storico viaggio inizierà dal Safari Park Dvůr Kràlové (Repubblica Ceca), dove tutti e cinque gli animali, nati e allevati in zoo europei, sono stati riuniti a questo scopo dal novembre 2018.

Grazie alla collaborazione straordinaria tra l’Associazione Europea degli Zoo ed Acquari (EAZA), il Governo del Ruanda e l’Associazione Non Governativa per la Conservazione dei Parchi Africani, cinque Rinoceronti neri dell’Africa orientale, nati ed allevati in Giardini Zoologici, saranno trasportati dalla Repubblica Ceca presso il Parco Nazionale di Akagera in Ruanda, dove saranno rilasciati nella loro nuova casa allo stato libero.

Il volo che li porterà a destinazione partirà domenica 23 giugno, ma il loro viaggio è iniziato anni fa, quando l’EAZA, con incredibile lungimiranza, ha deciso di voler sostenere ed integrare le popolazioni selvatiche presenti in  parchi africani ben protetti con individui geneticamente sani, nati e allevati per anni con successo presso le istituzioni EAZA che aderiscono all’EAZA Ex situ Program (EEP), il programma EAZA per la conservazione  ex situdelle specie minacciate di estinzione. In Africa rimangono ormai allo stato libero meno di 5.000 Rinoceronti neri, di cui solo 1.000 della sottospecie orientale. Il loro futuro è gravemente minacciato dal bracconaggio, che procura al mercato illegale i corni di questa specie, a cui false credenze attribuiscono poteri afrodisiaci. Questo traslocazione, che rappresenta una preziosa opportunità per espandere il range di questa specie e per alzare l’attenzione sull’importanza di proteggerla, è la prova tangibile di come Rinoceronti nati negli Zoo possano essere di effettivo contributo alle popolazioni selvatiche che vivono in aree protette.

La cooperazione su larga scala tra gli zoo dell’EAZA ha portato alla costituzione di una popolazione sana e perfettamente sostenibile di Rinoceronte nero orientale. Questo significa che ora possiamo fare un importante passo importante per la protezione della specie in natura“, ha dichiarato Mark Pilgrim, coordinatore del programma di conservazione del Rinoceronte nero presso l’EAZA e Direttore dello zoo di Chester nel Regno Unito.

I Rinoceronti neri protagonisti di questa storia sono tre femmine e due maschi, di età variabile dai due ai nove anni, e sono stati scelti fra gli animali inseriti nel  Programma EAZA per la Conservazione di questa specie.

Jasiri, Jasmina e Manny sono nati nel Safari Park di Dvůr Kràlové (Repubblica Ceca); Olmoti proviene da Flamingo Land del Regno Unito e Mandela dal Ree Park Safari della Danimarca. Patrona di questa operazione è la modella ceca Veronika Varekova, grande sostenitrice della conservazione, che si è fatta carico dei costi di trasporto degli animali.

I Rinoceronti verranno donati dall’EAZA al Consiglio per lo Sviluppo del Ruanda (RDB), l’ufficio  governativo che in collaborazione con l’African Parks  gestisce il Parco Nazionale di Akagera, la nuova casa dei 5 Rinoceronti in Ruanda.

I cinque Rinoceronti sono stati preparati gradualmente per diversi mesi ad affrontare questo lungo viaggio, di circa 30 ore, in modo tale da ridurre al minimo lo stress e da garantire la massima sicurezza nel trasporto. Durante il trasferimento saranno ospitati all’interno di casse costruite su misura, alimentati e idratati regolarmente. Saranno accompagnati dai guardiani del Parco Safari Dvůr Kràlové, di grande esperienza, e dal medico veterinario Dr. Pete Morkel, considerato a livello mondiale uno dei maggiori esperti nel trasferimento di Rinoceronti. Gli stessi professionisti seguiranno anche la fase di rilascio nel Parco.

Riteniamo che attraverso un processo di acclimatamento graduale, monitorato e ben pianificato, questi Rinoceronti si adatteranno perfettamente al loro nuovo ambiente di vita in Ruanda. Inizialmente saranno ospitati in bomas – aree recintate con pali di legno. In seguito, potranno godere di spazi più ampi, ubicati in un’area appositamente protetta. L’ultimo passo sarà quello del vero e proprio rilascio nella parte settentrionale del Parco Nazionale,  dove potranno vivere allo stato libero” ha dichiarato Premysl Rabas, Direttore del Parco Safari Dvůr Kràlové.

Il Parco Nazionale di Akagera è una destinazione ideale per la reintroduzione degli animali. Qui nel 2017, sempre a cura del Consiglio per lo Sviluppo del Ruanda (RDB) e dell’African Parks, nonché con il prezioso supporto dell’Howard G. Buffett Foundation, sono stati già reintrodotti con successo 18 Rinoceronti. Dal 2010 in poi il Parco ha vissuto una vera rinascita, riuscendo ad eliminare quasi del tutto il fenomeno del bracconaggio e consentendo la reintroduzione di specie chiave, come il Leone (nel 2015), la cui popolazione  da allora è triplicata in numero, e il Rinoceronte nel 2017 (dieci anni dopo che erano stati avvistati gli ultimi esemplari di questa specie nel Paese) . Gli sforzi compiuti a favore della conservazione hanno dato un enorme sostegno al  Parco. Oggi il turismo, che produce 2 milioni di dollari all’anno, a totale vantaggio della comunità locale e del Parco,  consente ad  Akagera di autofinanziarsi per l’80%.

Ci stiamo preparando a questo momento da anni e siamo entusiasti di avere reso possibile con il nostro impegno e con il sostegno del Consiglio per lo Sviluppo del Ruanda (RDB) la prima introduzione di Rinoceronti dal 2017″ ha dichiarato Jes Gruner, Park Manager del Parco Nazionale di Akagera. “Il trasferimento dei cinque Rinoceronti dall’Europa è un evento storico, simbolico e dimostra cosa  è possibile fare quando partner dedicati lavorano insieme per proteggere e reitrodurre una specie altamente minacciata“.

La solidità della gestione del Parco è stata un fattore determinante per la decisione assunta dall’EAZA e dai suoi membri di acconsentire alla traslocazione. Durante la fase di integrazione i cinque animali che provengono dall’Europa e la popolazione già esistente in loco verranno continuamente monitorati, fino a quando andranno a costituire una popolazione stabile di Rinoceronti neri nell’Africa orientale. Il Parco è una componente chiave della strategia del governo del Ruanda, intenzionato a promuovere la crescita economica, ma a garantire al contempo un futuro sicuro alla fauna selvatica nel Paese.

“Il trasferimento dei cinque Rinoceronti dagli zoo europei al Ruanda migliorerà ulteriormente l’ecosistema naturale nel Parco Nazionale di Akagera. Questa partnership con i nostri amici europei testimonia l’impegno del Ruanda per la conservazione. Oggi, il bracconaggio è quasi inesistente nei nostri quattro parchi nazionali e siamo fiduciosi che questi Rinoceronti prospereranno nel loro habitat naturale. Rappresentano una buona novità per  Akagera, un Parco dove i turisti potranno ora visitare i Big Five africani“, ha dichiarato Clare Akamanzi, Chief Executive Officer di RDB.

Posted in Blog and tagged , , .